Gli articoli di The GhostReader

vania 16 Gennaio 2020

«Se vieni da me, salti nell’abisso» è il monito racchiuso nel perpetuante e misurato confine di una lettera (13 giugno del 1920) dello scrittore e filosofo boemo Franz Kafka (1883-1924) a Milena Jesenskà (1896-1944), giornalista, scrittrice, traduttrice nata a Praga e morta per insufficienza renale nel campo di concentramento di Ravensbrück, nel 1944. È qui […]

vania 9 Dicembre 2019

«Per favore aiutami, o Dio, a essere una brava scrittrice», così pregava Flannery O’Connor mettendolo per iscritto nel Diario di preghiera (A Prayer Journal), che redasse alla fine della seconda guerra mondiale, tra il 1946 e il 1947. Aveva solo 21 anni, ed era studentessa all’Università dello Iowa, dove frequentava la facoltà di giornalismo. Come […]

vania 15 Novembre 2019

Oggi pochissimi gruppi privati hanno la possibilità di determinare processi su scala globale; processi che valgono per tutti gli altri esseri umani, sia che questi ne siano a conoscenza, sia che non ne abbiano il minimo sospetto. Gestire dati vuol dire trarre enormi profitti dalle informazioni che ognuno di noi produce ogni giorno. Da un […]

vania 13 Novembre 2019

Parlare di Sparta e Atene vuol dire andare alle radici della civiltà occidentale; vuol dire riflettere sul silenzio di Sparta e sul logos di Atene. Atene faceva mostra di ben visibili e stupefacenti monumenti, Sparta, di contro, «non aveva altre mura, come si diceva, che i petti dei suoi cittadini». Atene era la libertà del […]

vania 29 Ottobre 2019

La medicina che arriva nelle nostre mani ha alle spalle una filiera di produzione. In Italia – come in Europa e negli USA – esistono normative precise sulla tracciabilità del farmaco, in particolare per il controllo della qualità dei medicinali a uso umano; ed Enti di riferimento per il controllo qualità. L’art. 40 della Legge […]

vania 21 Ottobre 2019

«Su in alto costruirò il mio trono Fredda e tremenda sarà la sua vetta.Il terrore superstizioso ne sarà il baluardo,Suo ministro, l’angoscia più nera». Sembrano i versi di uno dei poètes maudit di Paul Marie Verlaine (1854-1891), quei poeti maledetti preannunciati da Les Fleurs du Mal di Charles Baudelaire (1821-1867), che ne anticipò l’oscurità e […]

vania 10 Ottobre 2019

Veronese, classe ‘60, Graziano Turrini è, come dichiara lui stesso, un grande viaggiatore e questa è probabilmente la chiave della sua scrittura, dei suoi romanzi. Pubblicati con Panda Edizioni, Di sangue e di sogno (2014), La maledizione del primogenito (2015) e Veleni (2017) sono infatti radicati in un fitto e profondo interesse per il sociale […]

vania 4 Ottobre 2019

«Convinciamoci che siamo dei cadaveri che camminano», così ripeté più volte il magistrato antimafia Paolo Borsellino (1940-1992) nel  discorso del 28 luglio 1986, tenuto a Palermo, in occasione dell’anniversario dell’assassinio del commissario e vice questore Antonio “Ninni” Cassarà (1947-1885), e del suo agente di scorta Roberto Antiochia (1962-1985), poco più che ventenne, uccisi da un […]

vania 18 Settembre 2019

Fu Karl Marx (1818-1883) a scrivere ne L’ideologia tedesca (una delle sue opere più misteriose pubblicata solo nel 1932) che «Le idee della classe dominante sono in ogni epoca le idee dominanti; […] La classe che dispone dei mezzi della produzione materiale dispone con ciò, in pari tempo, dei mezzi della produzione intellettuale, […]. Le […]

vania 30 Agosto 2019

In Germania «il fenomeno dell’invenzione della tradizione, la ricostruzione delle antiche forme di religiosità su basi largamente immaginarie, fu chiamato Volkstumbewegung o movimento völkisch, e divenne un fenomeno di massa dopo l’unificazione del Reich» (M. A. Iannaccone, Maria Maddalena e la dea dell’ombra, p. 116). Il movimento völkisch Da questa ricostruzione storico culturale – cui […]