Gli articoli di The GhostReader

vania 21 Ottobre 2019

«Su in alto costruirò il mio trono Fredda e tremenda sarà la sua vetta.Il terrore superstizioso ne sarà il baluardo,Suo ministro, l’angoscia più nera». Sembrano i versi di uno dei poètes maudit di Paul Marie Verlaine (1854-1891), quei poeti maledetti preannunciati da Les Fleurs du Mal di Charles Baudelaire (1821-1867), che ne anticipò l’oscurità e […]

vania 10 Ottobre 2019

Veronese, classe ‘60, Graziano Turrini è, come dichiara lui stesso, un grande viaggiatore e questa è probabilmente la chiave della sua scrittura, dei suoi romanzi. Pubblicati con Panda Edizioni, Di sangue e di sogno (2014), La maledizione del primogenito (2015) e Veleni (2017) sono infatti radicati in un fitto e profondo interesse per il sociale […]

vania 4 Ottobre 2019

«Convinciamoci che siamo dei cadaveri che camminano», così ripeté più volte il magistrato antimafia Paolo Borsellino (1940-1992) nel  discorso del 28 luglio 1986, tenuto a Palermo, in occasione dell’anniversario dell’assassinio del commissario e vice questore Antonio “Ninni” Cassarà (1947-1885), e del suo agente di scorta Roberto Antiochia (1962-1985), poco più che ventenne, uccisi da un […]

vania 18 Settembre 2019

Fu Karl Marx (1818-1883) a scrivere ne L’ideologia tedesca (una delle sue opere più misteriose pubblicata solo nel 1932) che «Le idee della classe dominante sono in ogni epoca le idee dominanti; […] La classe che dispone dei mezzi della produzione materiale dispone con ciò, in pari tempo, dei mezzi della produzione intellettuale, […]. Le […]

vania 30 Agosto 2019

In Germania «il fenomeno dell’invenzione della tradizione, la ricostruzione delle antiche forme di religiosità su basi largamente immaginarie, fu chiamato Volkstumbewegung o movimento völkisch, e divenne un fenomeno di massa dopo l’unificazione del Reich» (M. A. Iannaccone, Maria Maddalena e la dea dell’ombra, p. 116). Il movimento völkisch Da questa ricostruzione storico culturale – cui […]

vania 28 Agosto 2019

Il caso johnson & johnson. Quando lavoravo alla stesura del romanzo Il codice dell’Inquisitore (Panda Edizioni, 2018), nel quale intendevo raccontare una storia che ponesse in primo piano l’influenza del potere economico-medico delle grandi case farmaceutiche, intervistai diversi medici e farmacisti, e quelli che accettarono di rispondere alle mie domande lo fecero solo dietro garanzia […]

vania 9 Agosto 2019

Nel 1914 lo psicologo John Broadus Watson (1878-1958) pubblicò un saggio destinato a cambiare l’approccio della psicologia nello studio delle masse. Nel suo lavoro, dal titolo Behaviorism (Comportamentismo),  argomentava sul come fosse possibile «condizionare il soggetto uomo attraverso adeguati stimoli», stimoli che potevano essere positivi o negativi, allo scopo di ottenerne il consenso o di […]

vania 23 Luglio 2019

«Più sono grandi le restrizioni sessuali più è alto è il livello di civiltà, più basse le restrizioni sessuali più basso il livello di civiltà. A questa regola non esistono eccezioni». Questa è la conclusione che argomentò, nel 1934, l’antropologo inglese Joseph Daniel Unwin (1895-1936) nel suo monumentale saggio dal titolo Sex and Culture, un […]

vania 10 Luglio 2019

In passato, come oggi, l’adozione di idee nuove, giovani e progressiste ha sempre avuto un’impronta chiaramente sessuale. Nessun musicista ha tradotto meglio di Richard Wagner (1813-1883) l’assoluto, l’ambizione, il potere, l’eros, il dominio sulla natura e sugli uomini, diventando motore della rivoluzione culturale che, iniziata con la sua musica, avrebbe stravolto la cultura occidentale, affascinando […]

vania 25 Giugno 2019

«Mi presento […] Io mi raffiguro la gloria come un salone da ballo pieno di signori in abito da sera e di signore scollate che alzano le coppe in mio onore. […] la gloria mi tenta, perché vorrei essere al di sopra degli altri, che disprezzo» (Jean-Paul Sartre, Lettere al Castoro e ad altre amiche, […]